Home » Eventi 2018/2019 » Suoni Sacri del Tantra e Bagno di Gong a Petralia Soprana

Suoni Sacri del Tantra e Bagno di Gong a Petralia Soprana

Suoni Sacri del Tantra e Bagno di Gong a Petralia Soprana - YANTRA Palermo

"Suoni per L'Infinito"

con Tiziana Marsala e Mariolina Zitta

Visita alla miniera di sale, Bagno di Gong presso villa Sgadari e piccolo buffet finale

 

sabato 7 Settembre 2019 ore 10:30-18:30

Prenotazione obbligatoria entro il 1 settembre!

Torniamo sulle Madonie con una giornata a Petralia Soprana per conoscere il paese, visitare la miniera di sale e immergersi nei suoni del bagno di gong presso villa Sgadari gioiello della seconda metà del XVIII secolo. Al termine delle attività verrà offerto un piccolo buffet.

sabato 7 Settembre 2019 ore 10:30-18:30

"Suoni per L'Infinito" con Tiziana Marsala e Mariolina Zitta


Programma:
- Arrivo a Petralia Soprana alle 10:30
- Visita Museo miniera di sale di Petralia
- pranzo libero (vi daremo indicazioni su punti di ristorazione)
- "Suoni per l'Infinito" ore 15:30 presso villa Sgadari
- Buffet finale.

Per info e prenotazioni chiamare il 328 371 57 35 o scrivete e info@yantrapalermo.it 

E' possibile pernottare a Petralia presso alcune strutture del luogo, contattateci vi daremo maggiori informazioni. 


Suoni Sacri del Tantra
Inizieremo questo viaggio pronunciando gli antichi suoni sacri del tantra (Bija Mantra o mantra seme) in grado di penetrare nel corpo a livello cellulare arrivando in profondità rimuovendo tossine e blocchi energetici che non permettono alla energia vitale di fluire di nuovo liberamente nel nostro corpo. Si tratta di un sistema che lavora sulla memoria cellulare, abbatte le resistenze e consente di riequilibrare il sistema corpo-mente-anima. Tramite la recitazione dei bija si innesca un meccanismo volto a risvegliare il potenziale divino di autoguarigione ed entrare in contatto con zone dimenticate e intimissime che riguardano l'essenza della persona.

Si ricorre alle vibrazioni dei mantra sacri del tantra per l'espansione della coscienza e la liberazione dell’energia per trascendere i propri limiti e sperimentare una Realtà Superiore che non è distante e aliena alla realtà quotidiana, anzi, ne è parte integrante, essenziale. Secondo il principio di continuità per cui ogni cosa è collegata, il miglioramento di un singolo è già qualcosa e agisce positivamente anche in termini di relazione con l'altro e di miglioramento globale.

Il viaggio continuerà col Bagno di Gong
Il bagno di gong è un’esperienza sonoro/vibrazionale di altissimo livello: è l’incontro con il suono multidimensionale, un’avventura sensoriale, un caleidoscopio sonoro.
Il potere trasformatore delle infinite vibrazioni del gong agisce sulla persona per come questa è pronta e disposta ad accoglierle: a livello fisico, mentale, psichico, spirituale…. o rimane soltanto sulla soglia come una possibilità….
Tale esperienza sonoro/vibrazionale è particolarmente indicata per chi vuole accedere ad un sentire in cui la mente cessa di essere in primo piano e lascia spazio al fluire della psiche verso dimensioni senza confini; dal punto di vista somatico può facilitare lo scioglimento di blocchi energetici.

“Il gong è un oceano di suoni” dice Don Conreaux, colui che ha fatto conoscere il gong a livello mondiale a partire dagli anni’70. La mente analitica non riesce a “controllare” la miriade suoni e microsuoni che scaturisce durante un bagno di gong, per questo “cede” e lascia il posto allo spazio inconscio, dove tutto può accadere.

Il gong è un oggetto sonoro/rituale sciamanico la cui origine si perde nella notte dei tempi; chi ne ha cura e si propone come intermediario fra esso e il Suono mette a disposizione la propria esperienziale e la propria sensibilità.
________________________________________________________________________________
In Sicilia si trova uno dei giacimenti di sale più ricchi d’Europa… un tesoro fatto di bianco candidissimo, prezioso e puro con gallerie che portano, sulle loro pareti, i segni caratteristici lasciati dalla fresa di estrazione, tramite cui il minerale viene staccato dal giacimento per essere poi utilizzato. Le forme circolari di questi segni e l’avvitamento elicoidale della fresa ricamano letteralmente le pareti, donando ad esse un tocco di raffinatezza ed eleganza.

La miniera di salgemma di Petralia Soprana è un grandissimo deposito di sale, originatosi nel Mesozoico quando, in seguito alla chiusura dello stretto di Gibilterra, il Mediterraneo, non ricevendo più alimentazione, si chiuse e si prosciugò per effetto dell’evaporazione. Durante tale fenomeno il sale andò a depositarsi e a concentrarsi nelle sacche di acqua più profonde, dove, per dilavamento piovano, confluì anche il sale cristallizzatosi nelle zone più alte dei fondali emersi. Tutto il sale presente nel Mediterraneo, prima della chiusura di Gibilterra, si raccolse nelle depressioni più profonde, prosciugando il letto del mare non solo dell’acqua che lo ricopriva ma anche dai minerali che in essa erano disciolti. La completa evaporazione dell’acqua portò così alla formazione dell’halite, o pietra di sale, il cristallo di cloruro di sodio.
___________________________________________________________________________________

Villa Sgadari
Gioiello recuperato dall’Ente Parco delle Madonie per un progetto di valorizzazione del patrimonio culturale e rurale.
Ai margini del centro abitato di Petralia Soprana, immerso in una quiete campagna, sorge isolata Villa Sgadari. L´edificio è circondato da una abbondante vegetazione spontanea che aveva preso il sopravvento su quel corpo di pietra che mostrava inevitabilmente i segni del tempo e dell’abbandono e che adesso è tornata ad uno stato fruibile e che lascia immaginare la sua magnificenza.
La villa, un tempo residenza di campagna di una delle famiglie più in vista del piccolo centro madonita, è oggi proprietà dell’Ente Parco delle Madonie ed è stata affidata alla Cooperativa Petraviva per la sua importanza botanica e per i progetti sviluppati dalla stessa cooperativa in campo agronomico, ma anche quella culturale.
E´ nel suo impianto un importante esempio di architettura tardo settecentesca che mostra vistosi, tuttavia, i segni del degrado e dell’abbandono, e soprattutto i segni dell’indifferenza.
Della Villa Sgadari si sa che appartenne all’omonima famiglia originaria di Petralia Soprana e che venne edificata nel corso della seconda metà del XVIII secolo.

YANTRA Palermo

Affiliazione 2017/2018

Affiliazione 2017/2018 - YANTRA Palermo

Yantra è affiliata all'ARCI PALERMO

Shri Param Eswaran

Mahavidya School India

Sala yoga

Sala yoga - YANTRA Palermo

Lo spazio dell’Associazione Yantra è a disposizione per stage, training, seminari, corsi, conferenze di insegnanti e gruppi che svolgono attività affini.